Tod Robbins – Freaks!

Non una semplice raccolta di racconti, ma un vero e proprio progetto editoriale. Freaks!, curato da Alessandro Oliviero per il laboratorio Ctrl Alt Write, affianca alle novelle di Tod Robbins (1888–1949) una ricerca biografica e bibliografica approfondita e un lavoro critico, attraverso il quale presentare ai lettori un personaggio non molto conosciuto, se non dai più esperti, ma di indubbio valore artistico. Questo libro è quindi un percorso vero e proprio alla scoperta di Robbins e del suo “scandaloso” universo letterario, incentrato sull’umanità più debole, reietta, sul “mostro” (non a caso, la sua novella più famosa è Freaks, da cui fu tratto l’omonimo film), inteso non come figura mitologica, ma come materializzazione di tutte le nostre paure.

Dell’uomo, queste figure rappresentano la parte più inquietante, quella che ognuno vorrebbe allontanare da sé ma che si scopre essere l’altra metà del cuore, del cervello, dell’anima. Ecco perché questi racconti, in un mondo che, alla fine dell’800 si scopriva vicino alla modernità, risultavano così spaventosi. Nello spazio tra scienza e magia si inserisce la poetica di Robbins, influenzata dal decadentismo e tendente al macabro, al criminale. Veniamo così trascinati in un immaginario che sembra attraversare parallelamente tutti i racconti, e da cui sembrano prendere vita luoghi, persone, mostri e storie; senza tralasciare una lettura ironica delle vicende che si indirizza spesso verso la satira nei confronti del potere, delle religioni e della morale. Interessante, infine, il caso di contaminazione letteraria presentata dal curatore nella retrospettiva iniziale, con la netta somiglianza tra il racconto Assenzio di Robbins (1919) e Lo strano caso di Benjamin Button (1922) di Fitzgerald, da cui è stato tratto un film nel 2008.

Il formato dell’e-book, con le possibilità offerte dai collegamenti ipertestuali, probabilmente non renderà l’opera facile da fruire a tutti gli appassionati: ad ogni modo, il lavoro del laboratorio Ctrl Alt Write si pone nella direzione della modernità e dei nuovi modi di fruizione dell’editoria. Una netta e stuzzicante contrapposizione, quindi, fra il nuovo che avanza e un autore non più così recente da scoprire.

N.b.: il libro è in download su UltimaBooks, LaFeltrinelli, Bol e Ibs.

SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie

Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.