Il diplomato: un classico sulla scuola e la formazione

Il diplomato di Jules Vallès è davvero quello che si può definire un classico mancato. Ora il libro arriva in Italia grazie alle Edizioni Spartaco, che lo hanno pubblicato a settembre scorso.

A 150 dalla Comune di Parigi, Il diplomato è un libro dissacrante e irriverente che parla di scuola e di formazione. La cura, traduzione e postfazione sono di Enrico Zanette.

SCOPRI IL NOSTRO SHOP ONLINE CON TANTI PRODOTTI A TEMA LETTERARIO

Shop

Il diplomato – Jules Vallès

Prima metà dell’Ottocento. Giovani mossi da ideali libertari convergono a Parigi. Tra gli altri, Jacques Vingtras, neo diplomato. L’obiettivo è la sovversione del sistema sociale, a partire dalla scuola. La rivolta trova tutte le motivazioni nel riscatto dalle imposizioni, dalle vessazioni, dalle umiliazioni subite. «Eccomi in viaggio. Posso muovere le gambe e le braccia, piangere, ridere, sbadigliare e gridare se ne avrò voglia.

Il diplomatoSono padrone delle mie azioni, della mia parola e del mio silenzio». Jacques partecipa ai moti del 1951 e poi al tentativo di attentato a Napoleone III nel ’53: si rivelano esperienze fallimentari. Vacilla ma non cede. Tutto precipita, lui rimane fedele alla sua libertà. Nonostante la miseria. Nonostante le sconfitte. Nonostante la frustrazione e l’impotenza nel vedere i suoi sogni crollare a pezzi. «Il libro di un fallito ma anche di un salvato – come lui stesso si definisce – che suggerisce la via per la salvezza mentre non dimentica i sommersi nella palude degli Imperi di ogni epoca che non hanno avuto o attendono ancora la loro Comune.

Un classico (mancato), un inedito del XIX secolo, ma allo stesso tempo una testimonianza di incredibile attualità, quasi ci trovassimo di fronte a una sorta di piega spazio-temporale che unisce un secolo e mezzo di storia» scrive lo studioso Enrico Zanette nel saggio finale a corredo del romanzo. Mai tradotto prima in Italia, come gli altri volumi della trilogia autobiografica di Jules Vallès composta da L’Enfant (Il bambino), Le Bachelier (Il diplomato) e L’Insurgé (L’insorto) apprezzato anche autonomamente, Il diplomato (Edizioni Spartaco) è considerato un capolavoro della letteratura francese. «Un libro di denuncia anche oscuro, capace di rappresentare la profondità della crisi esistenziale del giovane protagonista senza mai ricorrere al patetico e anzi impiegando quell’ironia che va di pari passo con la tristezza e la collera.

Un umorismo che si fa spesso caustica autoironia e che lo rende a tratti una comicità che ricorda quella di Chaplin» sottolinea Zanette. Un libro imperdibile e imprescindibile per capire lo spirito che mosse i giovani fino alla Comune di Parigi, evento storico di cui nel 2021 ricorrono i 150 anni. L’anno prossimo la trilogia sarà completata con la pubblicazione da parte di Edizioni Spartaco di L’Insurgé e L’EnfantAlla riapertura delle scuole dopo il lungo periodo di lockdown, l’uscita di un romanzo che tutti gli studenti e tutti i professori dovrebbero leggere.

L’autore

Jules Vallès, nato a Le Puy-en-Velay l’11 giugno 1832, giornalista e scrittore, è stato una figura di spicco dei movimenti contro il Secondo Impero e della Comune di Parigi. In seguito alla brutale repressione della Comune, riesce a riparare a Londra dove concepisce il progetto della trilogia autobiografica composta da L’Enfant (Il figlio), Le Bachelier (Il diplomato) e L’Insurgé (L’insorto). In seguito all’amnistia per i comunardi (1880) rientra in Francia, dove completa la pubblicazione dei tre romanzi e riprende l’attività di giornalista di movimento. Il 14 febbraio 1885, a nemmeno cinquantatré anni, muore a Parigi dopo una lunga malattia.

SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie