Il primo maestro

Il primo maestro: romanzo commovente sulla scuola

Dallo scorso 22 luglio è in libreria per Marcos y Marcos Il primo maestro, di Tschingis Aitmatov. Il libro è stato tradotto in tutto il mondo e portato al cinema da Andrej Končalovskij.

Il primo maestro è la storia di un amore generoso e puro, sullo sfondo della Rivoluzione d’ottobre, potente e lontana. “All’inizio mi sembrava tutto un sogno. Non riuscivo a credere che Djujšen fosse tornato sano e salvo. Ma poi, come un torrente primaverile, sgorgò nella mia anima provata una gioia irrequieta, incontenibile, e, affogando in questo torrente caldissimo, mi misi a singhiozzare. Forse nessuno era mai stato così felice”.

Il primo maestro – Tschingis Aitmatov

Il primo maestroÈ poco più che analfabeta, questo giovane maestro, ma si batte per offrire una scuola ai bambini del villaggio. Rimette in sesto una vecchia stalla, va a prenderli ogni mattina casa per casa. La sua passione è vederli apprendere, scoprire, sapere.

Una passione che incendia la piccola Altynaj, orfana maltrattata dagli zii, che reputano superflua per lei la scuola. Decenni dopo Altynaj – studiosa affermata – torna nel paese dove il Maestro ha acceso il suo desiderio di conoscere, e non solo. Nel corso della festa per il suo arrivo, Altynaj viene travolta dal ricordo struggente di quei giorni. Ma alla sua coscienza riaffiora anche un terribile dramma, un indicibile sopruso.

 

 

 

 

L’autore

Tschingis Aitmatov, Ministro di Gorbacëv durante la Perestrojka, ambasciatore della Kirghisia in Lussemburgo e in Belgio, Aitmatov, classe 1928, è una delle figure di massimo spicco mai espresse dal popolo kirghiso. In lui combattono anime diverse, perfettamente complementari l’una all’altra. Come diplomatico ha sostenuto in sedi prestigiose – ONU, CEE e UNESCO – cause e battaglie delle minoranze etniche. Come politico è stato fra i pionieri, negli anni Cinquanta, dell’ambientalismo e del pacifismo. Ne danno testimonianza numerosi colloqui, pubblicati su riviste o in pamphlet, con i guru delle culture alternative americane, europee e giapponesi. Nei suoi romanzi, pieni di nostalgia, lirismo e passionalità, il destino degli uomini si misura con i contrasti fra tradizione e progresso, pregiudizio e libertà, bellezza e degrado. E sono fra i più letti nel mondo. Marcos y Marcos ha già pubblicato Melodia della terra e Il battello bianco. Il primo maestro è stato tradotto e apprezzato in tutto il mondo; Andrej Koncˇalovskij ne ha tratto un film epico, interamente girato in Kirghizistan.

SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie