bomba atomica

Bomba atomica: 5 libri che raccontano Hiroshima

Il 6 agosto del 1945 viene sganciata la prima bomba atomica della storia. I due attacchi nucleari colpirono le città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki.

Sul finire della Seconda Guerra Mondiale, gli Stati Uniti decisero di lanciare la bomba atomica (chiamata Little Boy) alle 8.15 del mattino. Tre giorni dopo venne colpita anche Nagasaki.

Le vittime furono tra le 100.000 e le 200.000 persone, quasi esclusivamente civili. Oggi vi consigliamo 5 libri che parlano della bomba atomica e della drammatica scelta di lanciarla.

Leggi ancheGenocidio in Ruanda. Cinque libri per non dimenticare

Sopravvissuto alla bomba atomica – Akiko Mikamo

sopravvissuto alla bomba atomicaShinji Mikamo, la mattina del 6 agosto 1945, sta aiutando il padre ed ha 19 anni. Un lampo accecante li sorprende ed una palla di fuoco divampa e spegne tutto. A circa 1 km di distanza è esplosa la bomba atomica.

Settanta anni dopo la figlia Akiko ha dato voce a quella tragedia in un libro drammatico ma sempre attuale. Un racconto lucido e dettagliato della vicenda che ha avuto conseguenze sul mondo intero.

Questo libro è un documento straordinario per capire cosa è davvero successo quella mattina e come è cambiata la storia del mondo dopo quell’evento.

 

 

 

 

Una bomba, dieci storie. Gli scienziati e l’atomica – Stefania Maurizi

Una bomba dieci storieQuesto libro è un vero e proprio intreccio di vite, storie ed avvenimenti legati all’invenzione della bomba atomica. Dieci scienziati americani, inglesi, giapponesi, tedeschi, che sono sopravvissuti a quell’epoca, raccontano vite e destini in versioni differenti.

Sono vincitori e sconfitti dell’intera vicenda, sono storie inedite sulla realizzazione dell’arma che ha posto fine alla guerra ma che ha segnato un’epoca nuova. Seppur sembrano racconti lontani, sono quanto mai attuali per capire dolore e responsabilità.

 

 

 

 

Hiroshima. Il racconto di sei sopravvissuti – John Hersey

HiroshimaA pochi mesi dall’esplosione della bomba atomica, un reportage in Giappone ha dato vita a questo libro. Il racconto della più grande catastrofe nucleare provocata dall’uomo, che viene ricostruito attraverso le vicende di sei uomini che sono stati catapultati in quell’inferno radioattivo.

Un’intera generazione di americani, di uomini e donne, di europei, non sono mai riusciti ad immaginare le vittime giapponesi del disastro. Ora questo volume esce a molti anni dalla prima pubblicazione, in cerca di sei persone che gli avevano raccontato quella storia.

 

 

 

 

L’ultima vittima di Hiroshima – Günther Anders

L'ultima vittimaClaude Eatherly era pilota e meteorologo, aveva 27 anni quando ordinò lo sgancio della prima bomba atomica della storia, Little Boy, che colpì Hiroshima il 6 agosto 1945. Uno tra i migliori piloti dell’aeronautica americana, che aveva abbattuto più di 30 aerei nemici.

Dopo lo sgancio della bomba atomica, però, lasciò l’esercito e non volle riconoscimenti al valore. Colpevole di piccoli crimini, voleva trovare sollievo nel biasimo collettivo. Ciò non bastò, e venne internato in un ospedale psichiatrico.

Dall’ospedale iniziò un carteggio con l’autore il cui risultato è questo libro, un commovente scambio epistolare tra un filosofo ed un’anima persa che cerca espiazione. Una toccante testimonianza sul disastro che cambiò la storia.

 

 

 

L’uomo che volle essere Dio. J. Robert Oppenheimer, lo scienziato della bomba atomica – Haakon Chevalier

L'uomo che volle essere DioChi si nasconde dietro a Sebastian Bloch, il brillante e idealista fisico americano che viene chiamato a guidare il gruppo di scienziati per sfruttare l’energia atomica? Un romanzo che racconta la realtà, i misteri e la vita di J. R. Oppenheimer, lo scienziato della bomba atomica.

Accusato di essere comunista, lui diventa un capro espiatorio e sullo sfondo ecco l’America durante la Guerra Mondiale, con tutti i problemi che riguardano il nucleare. Un affresco della società dell’epoca, della politica e di temi sempre attuali.

Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.