NN Editore

NN Editore e due imperdibili novità

NN Editore porta in libreria due novità nel mese di settembre. Ci sono Tom Drury con Il movimento delle foglie, e Io sono la bestia di Andre Donaera. Ecco un’anticipazione.

NN EditoreDopo la Trilogia di Grouse County La fine dei vandalismiA caccia nei sogniPacifico, Tom Drury spalanca di nuovo le porte del suo Midwest.
Pierre Hunter è un giovane uomo dall’ottimismo sconfinato e dal talento per i guai. Dopo il college e la morte dei genitori, torna a vivere nell’aspra regione del Midwest denominata Driftless Area, dove lavora come barista. Un giorno d’inverno, per dimenticare le conseguenze di un Capodanno trascorso a bere e a fare trucchi di magia con le monete, Pierre esce a pattinare sul lago. In un terribile istante, il ghiaccio si rompe sotto i suoi piedi e lui precipita in acqua, e solo l’intervento provvidenziale della misteriosa e solitaria Stella Rosmarin riesce a salvarlo. Pierre si innamora di lei, e il destino, insieme a quell’amore, gli porta anche un’ingombrante refurtiva che lo metterà in estremo pericolo.
Mentre gli eventi precipitano, Pierre deve fare i conti con nemici pronti a tutto e con il segreto che si cela dietro l’identità di Stella.
Tom Drury ci guida in una favola noir surreale e profonda, popolata di eroi in balìa di un destino forse già scritto ma comunque imprevedibile, a cui possono soltanto abbandonarsi come foglie mosse dal vento. 

Altra novità di NN Editore è Io sono la bestia. Il quarto titolo della serie Gli Innocenti, la ricerca letteraria NN Editore sulla
narrativa italiana, dopo A misura d’uomo di Roberto Camurri (Premio Procida, Premio Pop), Napoli mon amour di Alessio
Forgione (Premio Berto, Premio Intersezioni) e La fine dell’estate di Serena Patrignanelli.

Mimì, boss della Sacra corona unita, è folle di dolore: suo figlio Michele, quindici anni, si è tolto la vita. Si dice che quel gesto sia dovuto al rifiuto della coetanea Nicole, che Mimì decide di rinchiudere in una casa sperduta nella campagna salentina. Il guardiano della casa, Veli, rivede in Nicole la sua Arianna, figlia maggiore di Mimì, e tra i due fiorisce un legame. In una narrazione a più voci animata da una lingua impetuosa, Io sono la bestia racconta destini di violenza e storie d’amore anomale, brutali, interrotte.