Bruce Springsteen dedica "My city of Ruins" alle vittime del terremoto in Italia

Anche il Boss ha dedicato un pensiero alla popolazione colpita dal terremoto che, lo scorso 24 agosto, ha devastato il Centro Italia. L’omaggio è stato reso possibile grazie all’intervento di Giovanni Cozzani, un architetto italiano che vive negli Stati Uniti ed è un grande ammiratore di Bruce Springsteen. Cozzani si è presentato al recente concerto di Springsteen al MetLife Stadium con il cartello “For Italy’s earthquake “My city of ruins””: al momento di accogliere le richieste dei fan, il Boss ha visto il cartello e ha deciso di cantare il brano in onore dell’Italia e delle vittime del sisma.
«Vivo a New York da pochi mesi. Ero a Roma al momento della scossa ma sono partito subito dopo. Volevo dare e anch’io il mio contributo e mi è venuta in mente l’idea del cartello» ha detto Cozzani. «È il mio settimo concerto di Springsteen, ma non avevo mai preparato una ‘request’ per lui […]. Devo dire che tutti gli americani incontrati, quasi tutti del New Jersey, sono stati di grande supporto anche e soprattutto quando è arrivato il momento di fare arrivare al Boss il cartello. Dopo sette canzoni fatte tutte d’un fiato, Springsteen si è avvicinato al pubblico per raccogliere le request dei fan  e appena ha visto la mia ha subito detto ‘Give me that one from Italy’. E subito dopo è partita la canzone. È stata una grande emozione. E spero che le persone che stanno soffrendo possano trovare un po’ di sollievo pensando che ci sono stati centomila americani che hanno cantato insieme per loro».
Ecco il video dell’esibizione di Springsteen.