Steven Spielberg dirigerà Jennifer Lawrence in "It's what I do"

Una vera e propria competizione si è scatenata intorno alla fotografa di guerra Lynsey Addario e al suo recente libro It’s what I do: A photographer’s life of love and war, all’interno del quale raccontava e mostrava la sua esperienza in Afghanistan sulla scia di un altro famoso fotografo, Sebastião Salgado.

Tra i contendenti per la stimolante trasposizione cinematografica figuravano infatti Darren Aronofsky e Natalie Portman, Reese Whiterspoon per la Working Title e George Clooney con la Wenstein Company. Ma alla fine a spuntarla e ad aggiudicarsi i diritti del libro (e non poteva essere altrimenti), è stata la Warner Bros., che poteva contare infatti su due pezzi da novanta, ovvero Steven Spielberg alla regia e Jennifer Lawrence davanti alla macchina da presa.

It’s what I do verrà prodotto da Andrew Lazar (American Sniper) racconterà la storia del premio Pulitzer Linsey Addario, che con la sua attività di fotogiornalismo ha raccontato non solo le atrocità della guerra ma ha anche aperto gli occhi sulla situazione di molti paesi come Iraq, Darfur, Haiti e Congo. Sotto una foto della fotografa sul campo di battaglia.