Addio al cantautore Pino Daniele

Addio al cantautore napoletano Pino Daniele, stroncato da un infarto la scorsa notte. Avrebbe compiuto 60 anni il prossimo 19 marzo. La notizia del decesso è arrivata dal profilo Instagram del collega Eros Ramazzotti, il quale ha scritto: «Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio, ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perchè eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo…».

Pino Daniele è giunto in gravissime condizioni al Sant’Eugenio di Roma: il cantautore è arrivato presso la struttura in auto e immediatamente soccorso. Nonostante i tentativi di salvarlo è morto poco tempo dopo. Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, ha proclamato il lutto cittadino per il giorno del funerale: bandiere a mezz’asta saranno esposte a Palazzo San Giacomo, sede del Comune, e in via Verdi, nella sede del palazzo del Consiglio Comunale. Non solo. De Magistris ha affermato: «Non basta il lutto cittadino. Metteremo a punto, con la Giunta, iniziative importanti, grandi e originali perché lui è unico. Faremo qualcosa di adeguato alla sua grandezza […]. Da adolescente ho incontrato la sua musica e me ne sono innamorato immediatamente. Ha fatto conoscere la Napoli essenziale, ha interpretato Napoli in modo profondo; anche la volontà di rimettere insieme i vecchi amici l’ho trovata straordinaria. L’ho conosciuto personalmente e ho trovato bellissima la volontà di far suonare giovani artisti emergenti» (fonte ANSA).

Messaggi di cordoglio da parte di molti artisti, tra cui Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia, Negramaro e Laura Pausini, che hanno ricordato Pino Daniele su Facebook e Twitter. Una dichiarazione in merito alla morte del musicista è giunta anche dal premier Matteo Renzi: «Ho ancora nelle orecchie la sua musica a Capodanno. Una voce incredibile, quella non solo di Napoli e del Sud, ma di tutta l’Italia, una chitarra preziosa, una sensibilità rara che, con passione e malinconia, continuerà a raccontare in tutto il mondo il nostro Paese». Pino Daniele aveva esordito nel ’77 con Terra mia, in cui era inserito anche il pezzo Napule è (che riascoltiamo insieme). Dell’80 è Nero a metà, album di grande successo.