Nessuno vuole essere Steve Jobs: nemmeno Christian Bale

La chiameranno la “maledizione di Steve Jobs“. Prima infatti, la produzione Sony ha dovuto fare i conti con l’abbandono del progetto da parte del regista annunciato David Fincher sostituito in corsa da Danny Boyle. Poi l’attore che sembrava sicuro della parte da protagonista, ovvero Leonardo Di Caprio, ha rinunciato a vestire i panni del fondatore della Apple (qui la notizia a riguardo)

Oggi la notizia è che anche il sostituto di Di Caprio, Christian Bale, ha abbandonato il biopic su Steve Jobs, nonostante ci fossero state conferme in tal senso anche dallo stesso sceneggiatore del film Aaron Sorkin.

Nel frattempo sembra che la produzione si sia messa in contatto con Seth Rogen per la parte del co-fondatore della Apple Steve Wozniak. Solo rumors invece per quanto riguarda la parte di Jobs, per la quale si fanno i nomi di Ben Affleck, Matt Damon e Bradley Cooper.

Il film si baserà su una sceneggiatura di Sorkin (che ha scritto The social network di Fincher) e dalle prime indiscrezioni, sembra che il copione sia composto da sole tre scene, ambientate in tempo reale e relative alle fasi precedenti, rispettivamente, il lancio del Mac, il lancio di NeXT e il lancio dell’iPod. Insomma, tutt’altra storia rispetto al deludente Jobs di Joshua Michael Stern, uscito l’anno scorso e interpretato da Ashton Kutcher, di cui sotto vediamo il trailer.

SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie