Roma pronta per i Rolling Stones, ma continuano le polemiche

Tra poche ore, i Rolling Stones infiammeranno il Circo Massimo di Roma per un evento che ha già il sapore della leggenda. Tuttavia, le polemiche non mancano neanche in questi ultimi minuti d’attesa, e riguardano i costi della serata, soprattutto l’affitto della location: 8 mila euro. Pochi, secondo qualcuno, ma Mimmo D’Alessandro, uno dei promoter (assieme ad Adolfo Galli) che organizza la serata, non ci sta. «Nessuno ci ha regalato niente», dice. «Invece di parlare dell’affitto del Circo Massimo, parliamo dell’indotto che ha generato per la città un evento come questo: 25 milioni di euro».

Le polemiche ovviamente hanno anche investito il Comune di Roma, che ha replicato fornendo un po’ di numeri. Complessivamente, il costo dell’evento è di 176mila euro. Nel dettaglio, 101mila euro andranno all’amministrazione comunale e alle municipalizzate, 40mila saranno incasasti per i servizi della polizia municipale, 23mila per il prolungamento della metro B e 30mila per l’azienda dei rifiuti. 45mila euro il costo dei bagni chimici e 30mila euro quello delle ambulanze e i servizi sanitari, cui si aggiungono appunto gli 8mila dell’occupazione del suolo pubblico.

Del resto, il sindaco Ignazio Marino non sembra avere dubbi: «Questo sarà il terzo concerto dal vivo che vedrò dei Rolling Stones e per me è un grande orgoglio portare la storia del rock all’interno della nostra storia archeologica in uno scenario unico al mondo». Il Circo Massimo «l’ho scelto io ed è stata subito approvata da Mick Jagger, ed è stata determinante: c’erano altre capitali europee che volevano ospitare il concerto».

Altre polemiche riguardano il Codacons per le inevitabili limitazioni e i cambiamenti alla viabilità che l’organizzazione ha comportato. In una nota, Carlo Rienzi, presidente del Codacons, spiega che «chiusure di strade, deviazioni, limitazioni, cambiamenti nel trasporto pubblico in una zona nevralgica come quella del Circo Massimo, si ripercuotono sui cittadini». I numeri, però, parlano di un’iniziativa di grande successo: 70mila biglietti venduti, di cui ben 50mila acquistati da spettatori che vengono da fuori, soprattutto da Lombardia, Campania, Piemonte, Puglia e Veneto.

Gli Stones (che sono arrivati due giorni fa e alloggiano all’Hotel St. Regis) saranno sul palco a partire dalle 21.45; dalle 20, invece, il live di John Mayer, chiamato ad aprire il concerto degli inglesi. E non finisce qui, perché potrebbe esserci una sorpresa per i fan: Bruce Springsteen. Voci sul web (smentite dagli organizzatori) danno infatti il Boss a Roma e pronto a salire sul palco stasera, come fatto di recente per il Rock in Rio.