Liam Neeson: «Perché ho detto di no a James Bond»

Nei primi anni Novanta, per la parte dell’agente 007, James Bond, si era pensato a Liam Neeson, che però aveva rifiutato. Perché? Il motivo lo ha rivelato lo stesso attore, durante la promozione del suo ultimo film, Non-stop:

«Mi stavano corteggiando in maniera molto forte, come immagino stessero facendo anche con altri attori. È accaduto una ventina di anni fa. Al tempo la mia futura sposa mi disse: “Se accetterai la parte di James Bond andrà a finire che non ci sposeremo più!”. E siccome volevo davvero sposarmi, ho rifiutato».

Una storia triste, perché la moglie di Neeson, Natascha Richardson (a sua volta attrice), è poi morta cinque anni fa, in seguito a un incidente sugli scii.

In Non-stop l’attore veste i panni di Bill, un veterano della polizia aeroportuale. Considera il suo un lavoro monotono, una sorta di impiego d’ufficio “in cielo”. Tuttavia, un volo si rivelerà essere particolarmente diverso dal solito: una corsa folle contro il tempo, nel tentativo di salvare la vita a duecento passeggeri, minacciati da un folle che ne ucciderà uno ogni venti minuti se Bill non eseguirà la sue istruzioni.

Il film è già uscito in USA a fine febbraio. Ve ne proponiamo il trailer: