"Colt": il cinema di Sergio Leone torna sul piccolo schermo

Una bella notizia per gli amanti degli spaghetti-western firmati da Sergio Leone. La casa di produzione Leone Film Group, gestita dai figli del regista italiano, sta sviluppando Colt, una miniserie tv in lingua inglese, incentrata sull’ascesa criminale di un gruppo di uomini nel Far West.
Su «Variety» Raffaella Leone ha affermato: «Arriva da un’idea di mio padre, in cui la pistola è il personaggio principale e il dispositivo attraverso il quale è raccontata la storia. Pensiamo di fare sei episodi, ognuno legato a un solo colpo di pistola». Più precisamente, nell’87 Leone aveva proposto agli sceneggiatori Sergio Donati e Fulvio Morsella di realizzare una serie in cui una pistola passava di mano in mano, di padrone in padrone, raccontando, così, il vecchio West (ricordiamo che la Colt è anche la pistola utilizzata da Clint Eastwood nella Trilogia del dollaro).
Nel progetto verrà coinvolto Stefano Sollima, il quale ricoprirà il ruolo di showrunner e di regista dei primi due episodi (il padre, Sergio Sollima, del genere se ne intendeva). Alla sceneggiatura troveremo Luca Infascelli e Massimo Gaudioso. Vi terremo aggiornati su ulteriori sviluppi del progetto.