Ugo Tognazzi in "Amici miei"

"Supercazzola" entra nello Zingarelli 2016

È il destino di certi termini: li senti, li risenti e alla fine entrano a far parte del tuo modo di parlare quotidiano. È il caso della leggendaria “supercazzola” di Amici miei, una parola che indica una frase priva di qualsiasi nesso logico, spesso utilizzata per confondere l’interlocutore (che, alla fine, finge di capire e accetta quanto detto). Supercazzola, quindi, è riferita a una raffinata tecnica di chi parla senza dire in fondo nulla: il neologismo è stato inserito nel Dizionario Zanichelli 2016, tra le 500 nuove voci (insieme, tra le altre, a tiki-taka, pentastellato, poltronismo e jihadista).
Grande esperto di supercazzole in Amici miei era il mitico Lello Mascetti, interpretato dal bravissimo Ugo Tognazzi: quando il Necchi rovina una di queste favolose uscite del Mascetti, quest’ultimo lo apostrofa dicendo «Senti, Necchi, tu non ti devi permettere di intervenire quando io faccio la supercazzola!», e da lì la “nascita” del termine.
La prima supercazzola del film la troviamo nella scena tra il Mascetti e il vigile: ve la riproponiamo di seguito. Buon divertimento!

SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie