Golden Globes 2015: tutti i vincitori

Il migliore antipasto per i prossimi Oscar è stato appena servito. Si è svolta nella notte infatti la 72esima edizione dei Golden Globe Awards,  i premi assegnati dai giornalisti della stampa estera iscritti all’HFPA (Hollywood Foreign Press Association).

La cerimonia condotta dalla coppia Tina Fey e May Pohler (a fine mandato) ha visto come al solito molte conferme alle previsioni delle scorse settimane ma, specialmente nel reparto televisivo, ha riservato non poche sorprese. Come da pronostico a trionfare nella categoria miglior film drammatico è stato meritatamente, con buona pace di David Fincher, il film di Richard Linklater, Boyhood (anche miglior regista e miglior attrice non protagonista a Patricia Arquette) mentre il premio come miglior commedia è andato a Grand Budapest Hotel di Wes Anderson, scalzando il favorito Birdman (che si è portato a casa “solo” la migliore sceneggiatura e il migliore attore protagonista con Michael Keaton).

Grandi sconfitti della serata rimangono la protagonista di Gone GirlRosamund Pike (che si è vista soffiare il premio da Julianne Moore per Still Alice), Benedict Cumberbatch (battuto da Eddie Redmayne ne La teoria del tutto), e tutti i grandi colossi della televisione (a bocca asciutta True detective in favore di Fargo) che hanno perso contro i “nuovi” The Affair eTrasparent.

Da segnalare infine i momenti di grande commozione nei tanti ricordi delle star per i recenti fatti di Parigi, in particolar modo quello di George Clooney, salito sul palco per ritirare il premio Cecil B. Demille, un importante riconoscimento che attesta il suo impegno nel campo umanitario: «Oggi è un giorno straordinario. Milioni di persone hanno marciato non solo a Parigi ma in tutto il mondo ed erano cristiani, ebrei, musulmani, i leader del mondo. Non hanno fatto una marcia di protesta ma una marcia di sostegno all’idea che non cammineremo nella paura. Je suis Charlie».

Ecco tutti i vincitori e di seguito alcune foto della serata e il video del discorso di Clooney pubblicato sulla pagine ufficiale dei Golden Globes.

Miglior film drammatico
Boyhood di Richard Linklater
Miglior commedia
Grand Budapest Hotel di Wes Anderson
Miglior attrice di film drammatico
Julianne Moore per Still Alice 
Miglior film drammatico 
Eddie Redmayne per La teoria del tutto
Miglior attore di commedia
Michael Keaton per Birdman 
Miglior attrice protagonista di commedia
Amy Adams per Big Eyes
Miglior regista
Richard Linklater per Boyhood 
Miglior film straniero
Leviathan del regista russo Andrey Zvyagintsev
Miglior sceneggiatura
Birdman di Alejandro González Iñárritu, Armando Bo, Alexander Dinelaris, Nicolás Giacobone
Miglior attrice non protagonista
Patricia Arquette per Boyhood
Miglior attore non protagonista
J. K. Simmons per Whiplash
Miglior film d’animazione
Dragon Trainer 2
Miglior canzone
Common per Selma
Miglior colonna sonora
Jóhann Jóhannsson per La teoria del tutto
Miglior attore in una serie tv commedia
Jeffrey Tambor per Transparent
Miglior attore in una serie tv drammatica
Kevin Spacey per House of Cards
Miglior serie tv drammatica
The Affair
Miglior attrice in una miniserie o film per la tv
Maggie Gyllenhaal per The Honourable Woman
Miglior attore in una miniserie o film per la tv
Matt Bomer per The Normal Heart
Miglior serie tv commedia
Transparent
Miglior attrice in una serie tv commedia
Gina Rodriguez per Jane the Virgin
Miglior attore in una miniserie o film per la tv
Billy Bob Thornton per Fargo
Miglior miniserie o film per la tv
Fargo
Miglior attrice non protagonista in una serie tv
Joanne Froggatt per Downton Abbey
Miglior attrice in una serie tv
Ruth Wilson per The Affair