"Independence day", in arrivo il sequel

Altro sequel in arrivo: stavolta si tratta di Independence day di Roland Emmerich.

Per la verità è da un pezzo che si parla di questo nuovo progetto cinematografico, ma finora in via non ufficiale. Invece, la Fox ha ora annunciato che la pellicola uscirà il 24 giugno 2016 e che Emmerich sarà senz’altro coinvolto nel progetto (attenzione, però, perché il regista non ha ancora firmato alcun contratto, anche se la firma pare essere, in realtà, una pura formalità). Non tornerà, invece, Will Smith, che nel primo film interpretava il capitano Steve Hiller.

Independence day racconta la storia di un’invasione aliena, con conseguente distruzione dei maggiori e più rappresentativi monumenti degli Stati Uniti d’America. Un lungometraggio preceduto da una compagna pubblicitaria di dimensioni colossali: alla fine, il film fu un enorme successo al botteghino, incassando 300milioni di dollari solo in USA e più di 800milioni in tutto il mondo; tuttavia, la critica non fu dello stesso parere, giudicandolo un po’ banale nella trama.

Anche se da anni si parla di un secondo capitolo (soprattutto dopo l’11 settembre), a lungo il problema fu rappresentato proprio da Smith: l’attore, infatti, aveva avanzato delle richieste che trovavano la Fox in disaccordo, tanto che la casa di produzione chiese a Emmerich se la presenza dell’attore fosse proprio necessaria nel nuovo lungometraggio (il regista aveva risposto che sì, Smith era fondamentale «per noi, per questo film e per il pubblico»). In seguito, la posizione di Smith rispetto alla sua partecipazione o meno al film è stata poco chiara, almeno fino alle ultime dichiarazioni del regista, che, nel 2013, confermò che il film era in fase di scrittura, che sarebbe stato diviso in due parti e che Smith non ne avrebbe fatto parte.