Priestley spara a zero sui colleghi di "Beverly Hills 90210"

L’ex Brandon di Beverly Hills 90210, Jason Priestley, ha scritto un libro e non ha risparmiato duri attacchi ai colleghi della serie tv, forse la più popolare degli anni Novanta.

Nel suo memoriale, Jason Priestley: A memoir, appunto, l’attore confessa nero su bianco tutti i capricci e manie dei suoi co-protagonisti, a partire da Shannen Doherty, alias Brenda, notoriamente un personaggio sopra le righe. Priestley ricorda che, durante un viaggio in aereo, la Doherty avrebbe cominciato ad insultare una PR perché all’aeroporto ad aspettarla c’era una “macchina qualunque” e non una limousine. Ma non è tutto, perché pare proprio che l’attrice fosse una piantagrane di professione, infastidita da qualunque cosa non fosse di suo gradimento (e, a sentire Priestley, praticamente tutto). Da parte sua, la Doherty ha così commentato su Twitter:

Ma Priestley non risparmia un aneddoto interessante anche su Tori Spelling, ossia Donna, la verginella della serie: «Una sera stavo a casa a vedere una tv locale, qualcosa che faccio raramente, quando ecco che mi vedo inquadrato il mio invito di nozze. Apparentemente è stato venduto per cinque dollari, compreso un autografo, da Tori. Capito… ha venduto il mio invito di nozze a un estraneo!».


Ma non è tutto, perché l’attore ricorda anche un suo ex coinquilino di allora, poco noto ai tempi, ma che oggi tutti conosciamo come Brad Pitt. Il nostro Brandon ha raccontato che con Pitt facevano a gara di chi resisteva di più senza farsi la doccia. Manco a dirlo, vinceva sempre Pitt.