Tornano i Cure: in arrivo un nuovo album e un tour

Tornano i Cure. La band di Robert Smith, tra le capofila negli anni ’70 della dark wave, ha annunciato la pubblicazione di un nuovo album, che dovrebbe intitolarsi 4:14 Scream.

Il disco è successore di 4:14 Dream (2008) e proviene dalle stesse session di registrazione. Sull’album non ci sono, per il momento, altri dettagli, ma sembrerebbe non essere l’unica uscita in programma per la band di Robert Smith. Si parla anche di una serie di DVD con le riprese di alcuni concerti, che potrebbe essere pubblicata come l’LP nei prossimi mesi.&;

Ma non è finita qui: il NME riferisce anche che la band britannica starebbe progettando anche un tour in stile “Trilogy” (una serie di concerti che, nel 2002, vide i Cure eseguire live il trittico di album Pornography, Disintegration e Bloodflowers). L’operazione era stata ripetuta anche nel 2011 con un tour chiamato “Reflections”, in cui i Cure avevano portato sui palchi Three imaginary boys, Seventeen seconds e Faith. Al momento, non è ancora stata indicata la trilogia di dischi che potrebbero essere presi in esame per il nuovo tour.

Insomma, una grande notizia per i fan della formazione inglese, sulle scene dal 1979 (anno della pubblicazione di Three imaginary boys). Prossimamente, la band si esibirà al Teenage Cancer Trust, l’annuale rassegna musicale che ha come obiettivo la raccolta fondi per il supporto ai giovanissimi malati di tumore, organizzata per l’occasione da Roger Daltrey. Le esibizioni dei Cure, alla Royal Albert Hall di Londra, sono programmate per il 28 e 29 marzo prossimo.

(il video di Freakshow, da 4:13 Dream)

Attualmente, la formazione comprende, oltre a Robert Smith (l’unico superstite dalla fondazione, avvenuta nel 1976), il bassista Simon Gallup (nella band dal 1979, anche se con una pausa dal 1982 al 1985), il tastierista Roger O’Donnell (collaboratore dei Cure dalla metà degli anni ’80), il batterista Jason Cooper e il chitarrista Reeves Gabrels, la new entry del 2012.