Philip Selway e il futuro dello streaming musicale

Dopo aver parlato dello stato dei lavori del nuovo album dei Radiohead ed aver raccontato i primi anni della band (potete leggere la news qui) il batterista Philip Selway ha proseguito la sua intervista con Ghostpoet (vero nome, Obaro Ejimiwe) per il sito web The Talkhouse.

Questa volta l’argomento principale della conversazione è stato lo streaming e il futuro della musica digitale. «Come utente, mi piace – ha detto Selway -. Sto ascoltando molta più musica di quanto fossi abituato. Se, a lungo andare, si potesse anche rendere questa cosa economicamente sostenibile per i musicisti, sarebbe un’altra cosa. Apple dovrebbe andare in questa direzione, il che sarebbe fantastico».

«Sono sicuro – ha concluso Selway – che i nuovi talenti in ambito musicale riusciranno a trovare il giusto bilanciamento tra i ricchi della musica, che cambiano formato di registrazione ogni dieci anni raddoppiando il prezzo, e gli artisti indipendenti. Penso che lo streaming potrà ristabilire l’equilibrio».