Kenneth Branagh e Martin Scorsese insieme per "Macbeth"

Parliamo di William Shakespeare, Kenneth Branagh, Martin Scorsese e Macbeth. Il regista americano ha già espresso in passato la volontà di trasporre sul grande schermo l’allestimento di Branagh della celebre opera del Bardo. La conferma ufficiale del progetto arriva, ora, dallo stesso Branagh il quale curerà un nuovo allestimento della pièce, che Scorsese adatterà al cinema. Naturalmente quando riusciranno ad incastrare tutti i loro impegni che, soprattutto nel caso di Scorsese, non sono pochi (pensiamo solo al biopic su Tyson, ad altri 4 lungometraggi, un corto, un documentario e un paio di serie tv: trovate qui tutte le info a riguardo).

Per Scorsese sarebbe la prima incursione nelle opere di Shakespeare. La tragedia è già stata trasposta da Orson Welles e Roman Polanski, mentre Akira Kurosawa ha curato un particolare adattamento intitolato Il trono di sangue, ispirato a Macbeth e ambientato nel Giappone del XVI secolo (ma ricordiamo anche il Macbeth dell’ungherese Béla Tarr e la versione moderna di Geoffrey Wright). Inoltre, quest’anno uscirà un altro adattamento, per la regia di Justin Kurzel, con Marion Cotillard e Michael Fassbender.

Ricordiamo che Macbeth è stato uno dei testi più cupi di Shakespeare, in cui dominano personaggi spesso ambigui (da Macbeth alla consorte). Esistono numerose leggende intorno a questo dramma, considerato “maledetto”: pronunciarne ad alta voce il titolo in un teatro è considerato un gesto di malaugurio, tanto che uno spettacolo potrebbe risolversi in un fiasco. Mere superstizioni da palcoscenico? Quasi sicuramente, eppure la leggenda mette un po’ di paura, così come la storia, che si apre in una cupa Scozia medievale, in un’atmosfera di lampi e tuoni. Certo, dopo aver avuto a che fare con gente come i “bravi ragazzi” o Travis Bickle, Scorsese non si farà di certo intimorire.