Le foto di Dennis Hopper in mostra a Roma

«Questa è la storia di un uomo/bambino che decise di sviluppare i suoi cinque sensi e di vivere e fare esperienze piuttosto che limitarsi a leggere». Non ci potrebbe essere descrizione migliore per introdurre la mostra fotografica dell’attore Dennis Hopper, “Scratching the Surface”, che la sede romana della Gagosian Gallery ha inaugurato ieri, 23 settembre. Hopper, noto come regista ed attore del film “cult” Easy Rider (1969), ha recitato anche in altri film entrati nella leggenda quali L’amico americano (1977), Apocalypse Now (1979), Velluto Blu (1986), Colpo Vincente (1986).

È durante l’ascesa verso la popolarità hollywoodiana che Hopper cominciò, attraverso la fotografia, a cogliere lo spirito ribelle degli anni ‘60 grazie a scatti ormai iconici, che spaziano da Los Angeles a Harlem a Tijuana, in Messico, ai grandi personaggi dell’epoca, che l’attore ha avuto il piacere di incontrare e di immortalare con le sue foto. Tra questi, Jane Fonda, Andy Warhol, John WayneEd RuschaRobert Irwin e i Grateful Dead.

Tra gli scatti in mostra, le foto appartenenti alla serie Drugstore camera: sono state scattate a Taos, New Mexico, dove Hopper decise di stabilirsi dopo la produzione di Easy Rider rimanendovi fino agli anni ’80, e luogo in cui ha scelto di essere sepolto. Realizzati con semplici macchine fotografiche e sviluppate nei laboratori estemporanei tipici dei “drugstore” americani, gli scatti raccontano gli amici e i familiari di Hopper ambientati tra le rovine e i paesaggi del deserto sconfinato; i nudi femminili in interni indefiniti; i viaggi “on the road” verso il natio Kansas; le nature morte improvvisate con oggetti abbandonati. Queste fotografie e le tante altre di festival culturali, personaggi leggendari e momenti intimi e quotidiani che catturarono l’attenzione di Hopper, restituiscono un’immagine fortemente affascinante degli anni ‘60 e ‘70 ritraendo l’idealismo politico e l’ottimismo tipici della California dell’epoca.

Di seguito alcuni scatti presenti nella mostra (che si svolge nell’ambito del Festival Internazionale di Roma Fotografiaaperta fino al 9 novembre: