chi siamo

Black Sabbath, niente nuovo album?

Se vi è piaciuto l’ultimo album dei Black Sabbath, 13, e avete avuto un sussulto alle parole di Ozzy Osbourne, che qualche mese fa sembrava presagire un nuovo disco, le ultimissime dichiarazioni della band potrebbero essere un brutto colpo per voi.

In un’intervista a Revolver, infatti, Tony Iommi ha mostrato non poco scetticismo riguardo la possibilità di una nuova uscita. «Non so se sarebbe la cosa giusta da fare, perché 13 è andato benissimo. Sono convinto che piacerebbe a tutti fare un nuovo disco, ma davvero non so», ha detto il chitarrista. Geezer Butler ha aggiunto: «Non ci ho davvero pensato. Sono orgoglioso di aver fatto 13“: tuttavia, continua il bassista, fare un altro disco significherebbe dover necessariamente bissare il successo di quest’utlimo (numero uno in classifica UK), altrimenti sarebbe percepito come un fallimento.

Sulla stessa lunghezza d’onda (ma un filo più possibilista) Ozzy: «Non voglio dirvi che ci sarà un altro disco, perché non voglio che tra un anno mi chiediate “Che ne è stato del nuovo album?”. Lascio le porte aperte, sono aperto a tutto», conclude il vocalist.

Malgrado il successo, l’ultimo periodo per i Sabbath non è stato certo facile: Iommi sta ancora lottando con un tumore, mentre Osbourne ha dovuto affrontare la separazione dalla moglie Sharon e una ricaduta nelle cattive abitudini (alcool e droga). Nonostante questo, i Black Sabbath saranno ancora in giro nei prossimi giorni, con tre concerti (a Manchester domani e alla LG Arena di Birmingham il 20 e 22 dicembre) e con un DVD nei negozi, Live… Gathered in their masses, che raccoglie materiale dalle tappe australiane del tour di quest’anno.