Doc su Tortora escluso dal Festival di Roma. Ed è polemica.

Ha suscitato una certa polemica l’esclusione del documentario Enzo Tortora. Una ferita italiana di Ambrogio Crespi dal prossimo Festival del cinema di Roma.

Un’esclusione che non trova una spiegazione, tanto da lasciare stupiti giornalisti e pure i politici. Per questo motivo, un gruppo di parlamentari del PD avrebbe inviato una lettera al presidente della Camera Boldrini, chiedendo un suo intervento.

Sono ventiquattro le firme, a cui si aggiunge l’appello di altri esponenti del mondo politico, tra cui Marco Pannella, il quale avrebbe dichiarato: «È un film che impone una verità storica e politica, scomodo, perché mette le responsabilità partitocratiche sotto gli occhi di tutti. Trent’anni fa Enzo Tortora veniva arrestato. Venticinque anni fa moriva per quell’arresto».