Chiamati a rispondere ad una serie di domande uguali per tutti, i venticinque registi intervistati dal critico e a sua volta “director” francese forniscono le ricette più disparate e contraddittorie