"The wolf of wall street": Scorsese taglia le scene di sesso

Sarà il film più lungo della carriera per Martin Scorsese, ben 179 minuti (un minuto in più di Casinò), ma di certo non grazie alle scene di sesso.

Sembra, infatti, che il regista abbia tagliato da The wolf of wall street le parti di sesso esplicito (e che lo abbia fatto malvolentieri, in quanto, in un primo momento, le aveva giudicate necessarie), in modo da evitare la censura. Così la pellicola, all’inizio vietata ai minori di 17 anni, ora è stata classificata con un bel R, ovvero restricted (i minorenni possono andare al cinema a vederla accompagnati da un adulto).

Tratto da una storia vera, il film narra l’ascesa e la caduta di uno dei broker di Wall Street più in vista negli anni Ottanta, condannato a 22 mesi di carcere, nel 1998, per frode e riciclaggio di denaro sporco.

SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie